Il mondo che generiamo

In questo tempo è più che mai complicato meditare e ordinare i pensieri.
C’è un evidente distacco, una lontananza notevole tra il visibile e il percettibile.
Questa crescente divaricazione esautora la volontà di reagire dinnanzi agli ostacoli per assimilare i cambiamenti.

Artefici del destino

Sono tempi diversi, diversamente comprensibili.
Ci scanniamo per una presunta verità, ci azzuffiamo per mere supposizioni e per ipotesi insensate.
Noi così distratti e così afflitti, con gli occhi e il cuore in burrasca, vagabondiamo in questo tempo nel quale le relazioni si spezzano insieme al buon senso, alla prudenza e alle buone maniere.

Dimmelo tu

Certo possiamo attendere… aspettare che questo tempo passi e che la distanza si accorci. Lo sappiamo bene io e tu che la pazienza è la virtù dei forti. Ci siamo fatti forti insieme… forti quanto basta per sopravvivere al piombo delle rinunce e dei divieti… tanto forti da restare indenni persino al fuoco incrociato deiContinua a leggere “Dimmelo tu”

Legami

Dobbiamo essere consapevoli… ma possiamo fare molto di più… catturando tutte quelle connessioni invisibili che sfuggono alla nostra attenzione e al nostro controllo. Essere perspicaci… vigili… pronti a cacciare… come fossimo sempre sul piede di guerra. Questa è la nostra battaglia… cogliere le risonanze di queste impressioni per poi lanciarle in aria… lasciarle andare… finoContinua a leggere “Legami”

Selvaggio sublime pensiero

Voglio che ti senta protetta… posseduta… con le mani sui seni e le labbra sul collo… attraversata da un respiro continuo e profondo… a istigare la mente… fino a sentire il desiderio crescere… spingere prepotente sulla schiena. Le membra esultano quando le mani non danno tregua e non smettono di frugare il corpo… mentre ilContinua a leggere “Selvaggio sublime pensiero”

E ti lascio andare

Il ricordo di noi mi percuote… germoglia e si trasforma in pensiero struggente. Li chiamano peccati per distinguere il divino dal blasfemo e dall’osceno… ma nulla è osceno quando il piacere si fa divino… nulla è peccato se porta con sé il bene… quel bene che è il sale della vita e che dà sensoContinua a leggere “E ti lascio andare”

Se non ti penso

In queste giornate piene di vuoti a nulla serve rivoltarmi nello strazio delle occasioni sprecate e delle azioni incompiute che continuano a fare a pezzi quelle poche parti rimaste ancora sane di me. Se mi guardo attorno posso mantenere un equilibrio formidabile… senza far capire che in realtà potrei cedere o cadere da un momentoContinua a leggere “Se non ti penso”

Quelli come me

Quelli come me non si sopportano… non ci riesci. Per quanto ti sforzi a tenerli lontani… non si allontanano… non scappano… anzi ti acchiappano e si legano ancora di più… sempre di più… e si trasformano in vizio perché amano in modo spericolato… con tutta la forza… la passione… l’ardore… e ti bruciano. Quelli comeContinua a leggere “Quelli come me”

L’essere imperfettibile

L’essere insoddisfatto e insofferente mi fece capire che stavo camminando in una qualche direzione… senza una meta. Sebbene la casualità non mi portasse da nessuna parte… ero riuscito ad allontanarmi sempre più dai miei pensieri… quelli frustranti… quelli che conducono a un vicolo cieco e non lasciano scampo. È stato un tentativo di fuga… unaContinua a leggere “L’essere imperfettibile”

Quello che non si può spiegare

Anche io… come te… sono una persona danneggiata… appartengo alla specie più pericolosa. È l’istinto di sopravvivenza che mi ha reso tale. Non sopporto la pietà… sono fatto così male che la costanza mi annoia… ma so fingere bene… per questo nessuno lo nota. Non riesco a stare in equilibrio… odio le abitudini… mi stancano…Continua a leggere “Quello che non si può spiegare”