Se non ti penso

In queste giornate piene di vuoti a nulla serve rivoltarmi nello strazio delle occasioni sprecate e delle azioni incompiute che continuano a fare a pezzi quelle poche parti rimaste ancora sane di me. Se mi guardo attorno posso mantenere un equilibrio formidabile… senza far capire che in realtà potrei cedere o cadere da un momentoContinua a leggere “Se non ti penso”

L’essere imperfettibile

L’essere insoddisfatto e insofferente mi fece capire che stavo camminando in una qualche direzione… senza una meta. Sebbene la casualità non mi portasse da nessuna parte… ero riuscito ad allontanarmi sempre più dai miei pensieri… quelli frustranti… quelli che conducono a un vicolo cieco e non lasciano scampo. È stato un tentativo di fuga… unaContinua a leggere “L’essere imperfettibile”

Quello che non si può spiegare

Anche io… come te… sono una persona danneggiata… appartengo alla specie più pericolosa. È l’istinto di sopravvivenza che mi ha reso tale. Non sopporto la pietà… sono fatto così male che la costanza mi annoia… ma so fingere bene… per questo nessuno lo nota. Non riesco a stare in equilibrio… odio le abitudini… mi stancano…Continua a leggere “Quello che non si può spiegare”

Quando ti vedo

Mi muovo sui palpiti del tempo ad un ritmo lento. Mi accorgo di non saper più distinguere la tristezza dalla malinconia. Forse si sono fatte una… si sono unite quando distratto ho volto lo sguardo altrove… verso il buio… o verso quell’orizzonte finito che pur sporgendosi non riesce ad andare oltre. Le stagioni tornano… comeContinua a leggere “Quando ti vedo”

Nostalgia dei sogni

Sono piombato in un inconfondibile senso di solitudine. Ho voglia di dormire… non per stanchezza ma per nostalgia dei sogni. Ho gli occhi troppo stanchi per guardare lontano… preferisco chiuderli… lasciarmi andare… perdermi in questa improvvisa e latente solitudine… nel dolce oblio del silenzio… tra sussulti di verità… che continuano a scavare… a cercarmi… ancheContinua a leggere “Nostalgia dei sogni”

Adoro sentirti

Tu sai quanto mi piace sentirti mia… anche solo sentirti. Adoro l’odore di questo pensiero… è una fragranza che sa di cielo… di nuvole… di libertà. Come se tu non appartenessi a nessuno… legata solo alla tua insana e inguaribile follia… che si fa cibo… che si fa carne… che si fa sangue. Mi piaceContinua a leggere “Adoro sentirti”

Io e le parole

Sta scorrendo lento e inesorabile questo tempo… pieno di vuoti… di ricordi… di mancanze… di ossessioni. Pieno di attimi infiniti ed eterni… come questi minuti… che scorrono lenti come giorni di interminabile attesa. Non è quello che vivo ma quello che provo a scombinare ogni logica. Come se all’improvviso questo mondo si fosse fatto piccolo…Continua a leggere “Io e le parole”

Delirio delle menti

Anche se la mente finge resistenza… la carne tradisce la voglia di ingoiare il peccato. Rinunciarvi vorrebbe dire soffocare per qualche istante il piacere dei sensi.  Ma la bramosia della carne si trasforma in desiderio permanente… in lava incandescente… che tutto brucia. E nulla possono i muscoli dinnanzi a questo grido di libertà. Non soContinua a leggere “Delirio delle menti”

Distacco o contatto?

Continuo a vivere giornate strane… piene o vuote di tanti momenti diversi… di tante sensazioni e stati d’animo diversi. Alle volte provo a non farci caso… ma continuano ad arrivare segnali forti e chiari. Forse il nocciolo del crescere sta proprio in queste percezioni… nelle emozioni mischiate… complesse… e nell’imparare a riconoscerle. Non so ancoraContinua a leggere “Distacco o contatto?”

Il pensiero dei sensi

Cosa vedo? Vedo l’attesa… con la sua spasmodica e tormentata impazienza. Vedo questa attesa affamata di insicurezze… pronta a sbranarle come una belva imprigionata tra le fragili pareti del cervello… imponendo la quarantena anche all’anima. Vedo l’attesa della buona notizia… e nell’attesa l’ansia che qualcosa possa accadere. Vedo l’attesa di riprendere il posto di comando…Continua a leggere “Il pensiero dei sensi”