Quelli come me

Quelli come me non si sopportano… non ci riesci. Per quanto ti sforzi a tenerli lontani… non si allontanano… non scappano… anzi ti acchiappano e si legano ancora di più… sempre di più… e si trasformano in vizio perché amano in modo spericolato… con tutta la forza… la passione… l’ardore… e ti bruciano. Quelli comeContinua a leggere “Quelli come me”

Oltre noi stessi

Succede! Succede che sei sottosopra… affranto… malinconico… triste e fottutamente addolorato. I giorni ti sembrano trappole… gli eventi si trasformano in commedie noiose… le ferite si riaprono e ti sembra di morire. E invece non muori… sei lì… tra la gente… tra il dolore e la paura… impantanato in quella sofferenza che non ti spieghi.Continua a leggere “Oltre noi stessi”

L’essere imperfettibile

L’essere insoddisfatto e insofferente mi fece capire che stavo camminando in una qualche direzione… senza una meta. Sebbene la casualità non mi portasse da nessuna parte… ero riuscito ad allontanarmi sempre più dai miei pensieri… quelli frustranti… quelli che conducono a un vicolo cieco e non lasciano scampo. È stato un tentativo di fuga… unaContinua a leggere “L’essere imperfettibile”

Quello che non si può spiegare

Anche io… come te… sono una persona danneggiata… appartengo alla specie più pericolosa. È l’istinto di sopravvivenza che mi ha reso tale. Non sopporto la pietà… sono fatto così male che la costanza mi annoia… ma so fingere bene… per questo nessuno lo nota. Non riesco a stare in equilibrio… odio le abitudini… mi stancano…Continua a leggere “Quello che non si può spiegare”

Nostalgia dei sogni

Sono piombato in un inconfondibile senso di solitudine. Ho voglia di dormire… non per stanchezza ma per nostalgia dei sogni. Ho gli occhi troppo stanchi per guardare lontano… preferisco chiuderli… lasciarmi andare… perdermi in questa improvvisa e latente solitudine… nel dolce oblio del silenzio… tra sussulti di verità… che continuano a scavare… a cercarmi… ancheContinua a leggere “Nostalgia dei sogni”

Io e le parole

Sta scorrendo lento e inesorabile questo tempo… pieno di vuoti… di ricordi… di mancanze… di ossessioni. Pieno di attimi infiniti ed eterni… come questi minuti… che scorrono lenti come giorni di interminabile attesa. Non è quello che vivo ma quello che provo a scombinare ogni logica. Come se all’improvviso questo mondo si fosse fatto piccolo…Continua a leggere “Io e le parole”

Amala!

Vorrei che tu sapessi chi è lei… chi è la tua donna. Lo devi sapere che ama il silenzio… così come ama il cielo… il mare… la natura… e le stelle… ma forse lo sai già. Lei ama la filosofia… anche senza sapere di amarla. Ama tutto ciò che ha a che fare con l’amore…Continua a leggere “Amala!”

Distacco o contatto?

Continuo a vivere giornate strane… piene o vuote di tanti momenti diversi… di tante sensazioni e stati d’animo diversi. Alle volte provo a non farci caso… ma continuano ad arrivare segnali forti e chiari. Forse il nocciolo del crescere sta proprio in queste percezioni… nelle emozioni mischiate… complesse… e nell’imparare a riconoscerle. Non so ancoraContinua a leggere “Distacco o contatto?”

Sarà diverso…

Dopo quasi un mese di profonda crisi si cominciano ad analizzare quelli che potrebbero essere gli scenari, prossimi e futuri, legati alla vita sociale, al lavoro e a tutti quegli elementi che fanno della collettività una comunità solida e fiorente. Qualcuno paragona l’attuale crisi a quella del dopoguerra. Io credo che sarà diversa. Molto diversa.Continua a leggere “Sarà diverso…”

La stagione dei miracoli

Strana questa primavera. Mentre sparecchi i pensieri più freddi… e ti prepari al tepore… l’inverno ha i suoi rigurgiti… lenti e inesorabili. Si allungano i tempi e si accorciano gli spazi… ridotti ad una manciata di istanti ribelli. Il desiderio che non si appanna mentre i ricordi si pestano i piedi con il presente… comeContinua a leggere “La stagione dei miracoli”